Le 10 scene di Tarantino “più” indimenticabili

Quentin Tarantino non ha di certo bisogno di presentazioni. Uno dei migliori registi nella storia del cinema. Spesso criticato per la quantità di brutalità presente nelle sue pellicole, riscuote comunque sempre il successo che, secondo noi, merita. Oggi vogliamo omaggiarlo, con una classifica delle 10 scene che ci sono piaciute di più. Quelle che resteranno per sempre nella storia del cinema. Ovviamente ne abbiamo scelte 10, ma potrebbero essere 100.

 

10) Four Rooms: “Dito amputato”

Tim Roth e Tarantino nella stessa scena. Quando il regista scende il campo, lo fa sempre per una buona ragione, e questo estratto lo dimostra.

9)Bastardi senza Gloria: “L’orso ebreo”

In questa scena c’è un senso di strafottenza e irriverenza verso il perbenismo e il moralismo sulla guerra. Mentre il soldato Tedesco fa ciò che deve, con solenne sicurezza, i ragazzi Americani se ne fottono, e preferiscono vederlo massacrato a colpi di mazza. Anche nella scena in cui il sergente Donnie Donowitz sbuca dal tunnel, la musica da una sensazione di giustizia patriottica, ma appena comincia a menare la mazza e urlare svanisce in una spettacolare brutalità.

8)Kill Bill vol.1: “Massacro nel locale Giapponese”

Una “cringiata” colossale. Uma Thurman affetta i nemici come se fossero di burro. Il sangue schizza ovunque. Arti amputati che svolazzano. Cos’ altro si può volere da una pellicola?

7)Pulp Fiction: La testa di Marvin

Incommentabile. Come rendere esilarante l’esplosione della testa di un ragazzo.

6)The Hateful Eight: Niente cani o messicani in questo emporio

Samuel L. Jackson fa una delle cose che gli riesce meglio: Monologhi cazzutissimi. E tanto per concludere la scena in bellezza, l’esplosione di una testa è ciò che ci voleva.

5)Django Unchained: Sparatoria a Candyland

Jamie foxx uccide decine di sudisti sulle note di 2Pac. Esiste qualcosa di più nero? In più il sangue che esplode ad ogni proiettile con il rumore della pelle che si lacera imprimono alla sequenza l’inconfondibile marchio di Quentin Tarantino.

4)Le iene:L’agonia di Mr.Orange

Qui dobbiamo dare atto a Tim Roth e alla sua capacità di trasmettere allo spettatore il dolore e l’angoscia che prova. La sceneggiatura è fantastica e le interpretazioni ancora meglio.

3)Le iene: Mr.Blonde e l’orecchio

Apparte la fantastica scelta della musica di sottofondo, la sequenza complessivamente è leggendaria. Michael Madsen fa il pazzo maniaco, e gli riesce bene. Bello anche il piano sequenza che accompagna l’attore all’auto, dando più realismo ad una scena surreale.

2)Le Iene: scena iniziale

Grazie ad una colonna sonora azzeccatissima, e delle inquadrature perfette, Tarantino rende i titoli iniziali del film “Reservoir Dogs” una sequenza leggendaria.

1)Pulp Fiction: “Leggi la bibbia Bratt?”

Un’altro super monologo di Samuel L. Jackson. Un’altra scena che fa la storia del cinema. Poco da aggiungere ad una delle (o forse “la”) migliori scene di sempre.

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *