The Ranch… Che cazzo è successo?

The ranch è una serie che nello sconfinato archivio di Netflix ha spiccato, almeno inizialmente, guadagnandosi un successo e un’acclamazione secondo noi più che meritata. Ma poi arriva la sesta parte… l’ abbiamo vista e ci siamo chiesti… perché?

Innanzitutto per quelli di voi che non hanno mai visto The Ranch, guardatelo. Noi non crediamo nelle serie che durano troppe stagioni poiché ogni volta perdono qualcosa, ma in questo caso tutto sembrava filare liscio, certo la qualità non migliorava ma nemmeno peggiorava così tanto col passare delle prime cinque parti. Stavamo per ricrederci quando ci è stata vomitata addosso la sesta. Certo qualcosa deve cambiare in una serie a lungo termine , la storia deve andare avanti e rinnovarsi, anche introducendo qualcosa di nuovo e fresco e tagliando i “rami secchi” ma direi che in questo caso è stato fatto l’opposto. Andiamo a vede insieme quali secondo noi sono i motivi della caduta a picco dello sceneggiato.

1 ) Che cosa cazzo è successo a quei matti campagnoli che abbiamo conosciuto?

Innanzitutto i personaggi sono cambiati, troppo, e secondo noi assolutamente in peggio.

Il personaggio di Colt (Ashton Kutcher) oscilla fra il padre di famiglia mollaccione e senza carattere e la checca isterica che se la prende col padre qualunque cosa dica.







Mary, diventa una tossicodipendente da farmaci che ruba persino a Maggy. Se è vero che anche prima Mary usava droghe e alcol è vero anche che il tutto era posto in un contesto molto più ironico e visto con molta più leggerezza. Adesso si trasforma in un personaggio che si finisce quasi per odiare.

Boe… Che diavolo è successo a Boe Bennet (Sam Elliott)? Passa da essere un duro, il classico allevatore che se ne frega di tutto eccetto delle sue vacche e del suo Ranch ad essere una fighetta che si sofferma in profonde riflessioni su tutto ciò che gli succede intorno mentre fa il piccioncino con Joanne. Questo è una delle cose che più ci ha fatto arrabbiare. Un personaggio così perfetto, cucito ad hoc su un attore che sembrava nato solo per quello… Ribadiamo il nostro -perchè??-



2 ) L’ introduzione di un nuovo personaggio: Luke il reduce…. davvero?

D’ accordo, Rooster non c’è più, capiamo che serva un nuovo personaggio a coprire i buchi che ha lasciato, ma lo rimpiazzate davvero in modo così lampante. In pratica compare dal nulla un cugino sconosciuto , e reduce del Vietnam, che si insedia in casa Bennett. In tempo 2 secondi si scopa Mary (ex di Rooster), si trasferisce nel capanno dove Rooster viveva, si propone nel ruolo di socio nel Ranch “i fratelli Bennett”, che era… si proprio Rooster. Il problema fondamentale non è solo che il passaggio da Rooster a Luke è repentino e meccanico, che la sceneggiatura di Luke non è nemmeno lontanamente al livello di quella di Rooster o che il nuovo arrivato risulta simpatico come un sassolino in una scarpa, ma che l’ attore, Dax Shepard fa un’ interpretazione davvero di un livello molto inferiore rispetto a quell che ha rimpiazzato, Danny Masterson.

3 ) E Rooster dove cazzo è finito?

Danny Masterson viene accusato di violenza sessuale e Netflix decide di sbatterlo fuori dalla serie, noi non siamo affatto d’accordo con questa decisone, dato che non è stato dichiarato colpevole dei fatti e, soprattutto nel nostro interesse, perchè la serie ne risente tantissimo. Il personaggio poteva apparire secondario ma non lo era affatto. In pratica siamo riusciti a sopportare le otto puntate dell’ultima parte rilasciata solamente nella speranza che Rooster riapparisse. Forse il personaggio più esilarante della sitcom.

Insomma come avete capito, The Ranch ci ha deluso profondamente, alleghiamo un video in onore delle prime stagione che tanto ci anno divertito, e lo rivediamo insieme con una lacrima e tanta nostalgia… anche se la nostra domanda resta quella… Perchè???

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *